You are here Home Rassegna stampa Rivive in una mostra la storia di San Giovanni Suergiu
PDF  Print  E-mail  Friday, 19 January 2001 01:00
There are no translations available.

Il periodo storico che comprende le due guerre mondiali e gli anni che le intervallarono per la comunità di San Giovanni Suergiu sono i `Racconti Comuni' raccolti in una mostra organizzata dalla Cooperativa Studio 87 che gestisce l'archivio storico comunale, dal Comune e dalla Pro Loco.

Saranno proprio i documenti dell'archivio storico a raccontare la vita sociale di San Giovanni Suergiu dal 1915 al 1940 nella mostra allestita nel salone comunale di Via Bellini e che sarà inaugurata oggi alle 17.30. Racconti comuni resterà aperta tutti i giorni al mattino dalle 9 alle 12 e al pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30. In particolare si rivolge alle scuole elementari e medie del piccolo centro sulcitano offrendo uno spaccato della vita San Giovannese nei periodi più difficili della sua e della storia in genere. All'inaugurazione interverranno il commissario prefettizio Giuseppe Navoni e il presidente della Cooperativa Studio 87 Marco Massa. Dalla raccolta dei documenti emerge l'importanza a livello territoriale di un piccolo comune che gode ancora oggi di una posizione strategica, essendo di fatto, il crocevia del Sulcis e il centro di collegamento fra la parte alta e quella bassa del territorio. L'economia sviluppata soprattutto nel settore agro-pastorale, ma anche l'importanza di San Giovanni Suergiu per le Ferrovie Meridionali Sarde che qui hanno realizzato lo snodo ferroviario più importante del territorio (smantellato ormai da venticinque anni). Emerge anche l'attività lavorativa nelle miniere di Carbonia, di buona parte dei residenti nel piccolo centro Sulcitano, inoltre, la sua diretta partecipazione con un contributo di vite umane ai due scontri bellici mondiali e la voglia di reagire (dopoguerra) per la sopravvivenza dei singoli e quindi, di un comune. (s.g.)

Fonte la Nuova sardegna