Sei qui: Home Rassegna stampa Le Zone Umide del SudOvest
PDF  Stampa  E-mail  Lunedì 29 Novembre 2004 01:00

Sant'Antioco Riscoprire le zone umide per rilanciare l'economia

S i è chiuso con un successo il convegno dal tema 'Le zone umide del sud ovest Sardegna, una risorsa antica per il futuro possibile'. Nel futuro occupazionale ed economico del Sulcis giocheranno infatti un ruolo importante le zone umide. Saline e stagni, dune di sabbia, sorgenti e foci di ruscelli che si gettano nel golfo di Palmas uniti a percorsi culturali ed archeologici saranno la nuova sinergia che può riscattare il territorio da un atavico malessere economico e lanciare l'intero sud ovest sardo verso un nuovo modello di sviluppo turistico. Il convegno ha dato segnali importanti per la creazione di sinergie e sentieri comuni per un rilancio economico e occupazionale del sud ovest sardo. «Abbiamo presentato i progetti in corso e quelli da presentare - ha detto Marco Massa, presidente di 'Studio 87' cooperativa partner del progetto compresa la proposta di gemellaggio con la Bretagna,» Di particolare importanza è stata la disponibilità delle Saline per lo sfruttamento delle zone umide di loro proprietà dell'Atisale Salapia. Tito Siddi

Fonte Unione Sarda