Sei qui: Home Rassegna stampa Porte aperte alla storia della città
PDF  Stampa  E-mail  Domenica 18 Gennaio 1998 01:00

Porte aperte alla storia della città

Intensa attività del laboratorio didattico dell'archivio storico istituito dall'assessorato alla Cultura del Comune di Sant'Antioco nel Centro giovanile'Città del sole' e gestito dalla cooperativa 'Studio 87'.

Da quando è stato istituito il laboratorio è meta di studenti di tutte le scuole. «La finalità con cui è stato istituito il laboratorio didattico - osserva l'assessore -Gianni Inguscio - è stato proprio quello di allargare la conoscenza della città attraverso una agevole consultazione degli atti dell'archivio storico». Ma a frequentare le sale del centro culturale 'Città del Sole' dove convivono diverse espressioni e servizi, dalla biblioteca all'Informagiovani, non sono solo studenti ma anche privati cittadini. «Spesso li anima la curiosità - dice il presidente della coop 'Studio 87' Marco Massa - ma anche la voglia di ricordare o semplicemente conoscere attraverso gli atti ufficiali dell'archivio storico la storia della nostra città».Nei giorni scorsi i responsabili del centro hanno consegnato all'assessore il resoconto per il 1997. «La frequenza è in aumento - dice Marco Mossa - segno dell'interesse che suscita l'archivio storico». Gli argomenti della ricerca sono vasti. In complesso nello scorso anno a frequentare l'archivio storico sono stati circa 400 studenti delle scuole medie, 6 liceali, 16 universitari, 2 ricercatori e sette privati. «Dati indubbiamente confortanti ed interessanti - conclude l'assessore Gianni Inguscio - che indicano il successo dell'iniziativa per l'interesse suscitato sinora da diverse fasce di utenti». Insomma la porta per la conoscenza della storia di Sant'Antioco è sempre aperta per tutti.TITO SIDDI

Fonte Unione Sarda