Sei qui: Home Rassegna stampa Gli archivi di Sant'Antioco in mostra a Firenze
PDF  Stampa  E-mail  Venerdì 01 Giugno 2001 01:00

Gli archivi di Sant'Antioco in mostra a Firenze

La cooperativa 'Studio 87' apre uno stand alla Conferenza europea del settore

Verranno presentati i risultati di una sperimentazione informatica compiuta in collaborazione con la “Normale” di Pisa.

La cooperativa “Studio 87” apre uno stand alla Conferenza europea del settore. Una vetrina d’eccezione per la storia degli ultimi duecento anni di Sant’Antioco. È stata allestita nel prestigioso Palazzo dei congressi di Firenze dove si sta svolgendo in questi giorni la sesta Conferenza europea degli archivi: è la prima volta che viene organizzata in Italia. Ebbene, tra le numerose associazioni, cooperative ed enti che partecipano al convegno c’è sarà anche la Cooperativa “Studio 78” di Sant’Antioco. Ne fa parte un gruppo di giovani che cura l’archivio storico cittadino e ha avuto l’opportunità di allestire uno stand a Firenze.Durante il convegno la cooperativa antiochense avrà l’occasione di presentare i lavori realizzati negli archivi storici comunali del territorio del Sulcis. «Sarà un’occasione importante per illustrare gli interventi di recupero, valorizzazione e gestione dell’archivio storico di Sant’Antioco - afferma il presidente Marco Massa - dove da diversi anni operiamo con progetti importati nella didattica e nell’informatica applicata agli archivi».Lo cooperativa proprio in questo settore ha avviato, in collaborazione con il Centro di ricerche informatiche per i beni culturali della Normale di Pisa, un progetto sperimentale. «Dal 1999 usufruiamo del software ”Arianna” realizzato dalla cooperativa “Hyperborea” - continua Marco Massa - finalizzato al riordino informatico dei dati archivistici già catalogati o in fase di riordino».Il progetto avviato dalla cooperativa “Studio 87” ha comportato in questi due anni un poderoso lavoro che ha reso possibile la stampa di oltre mille pagine contenenti l’inventario dell’archivio storico del Comune, l’introduzione storica e archivistica, gli indici di tutti gli amministratori, i dipendenti, gli enti e i luoghi dal 1793 al 1960. «Tutto questo lavoro che racchiude la storia degli ultimi duecento anni di Sant’Antioco - conclude Marco Massa - sarà presentato in una vetrina internazionale prestigiosa». Il presidente della cooperativa “Studio 87” ha motivo per essere orgoglioso. La banca dati dell’archivio storico di Sant’Antioco sarà infatti utilizzata dagli operatori di Pisa per dimostrare tutte le possibili applicazioni della nuova versione del software che sarà presentato proprio al convegno di Firenze. Lo stand della cooperativa di Sant’Antioco sarà dunque un’occasione per presentare agli esperti di mezzo mondo un lavoro realizzato in Sardegna.Tito Siddi

Fonte Unione Sarda