Sei qui: Home News Assalto a Sant'antioco

L'alba del 16 ottobre 1815 minacciava pioggia. La foschia avvolgeva la spiaggia de Is Pruinis quando alle 7 oltre mille barbareschi tunisini sbarcano nascosti alla vista del forte del ponte.Read More

Read More

Assalto a al forte

Una relazione del mese successivo ci fornisce dettagli ulteriori:

Per relazione avutane dal Cav. Di Salazar e di altre persone che ebbero occasione di portarsi in S.Antioco e parlare con quegli abitanti, che l’infausta spedizione eseguitasi da barbareschi Tunisini contro quella popolazione ebbe principio dall’apparizione d’un grosso legno a guisa di Fregata, che in qualche giorno precedente si portò in quella Rada con bandiera Inglese, ed ivi stette ad esaminarne la natura e la posizione, e che l’inganno della detta bandiera fu causa che quella popolazione e le persone destinate alla sua difesa non abbiano anticipatamente prese tutte le misure che erano in loro potere per difendersi dall’invasione. Una tale circostanza merita l’attenzione del Governo per accertarla, poiché se risultasse vero, che i predetti barbareschi si fossero serviti di bandiera di Potenza Amica, quale è l’Inghilterra per ingannare la popolazione di Sant’Antioco, e con tale stratagemma pervenire nei loro inumani disegni, ciò porgerebbe motivo al Governo di Sua Maestà di mettere il caso alla notizia della Corte Britannica, affinché la medesima prendesse le più efficaci misure all’oggetto che la sua bandiera non venisse in simile modo vilipesa e praticata per offendere e distruggere i sudditi di S.M. nelle loro stesse abitazioni…

Forte su pisu

Il forte Su Pisu viene invaso dopo oltre sette ore di assedio. Muoiono il comandante Melis  Alagna e dodici miliziani. Oltre 150 abitanti di Sant'Antioco vengono catturati e condotti schiavi a Tunisi. Ecco l'elenco:

NOTA DEGLI INDIVIDUI CADUTI IN SCHIAVITU’ NELLA INVASIONE FATTA DAI BARBARESCHI NELLA PENISOLA DI SANT’ANTIOCO LI 16 OTTOBRE 1815

PAESANI

  1. La Sig.ra Angela Melissorella del difunto Comandante Sig. Melis Luogotenente di Artiglieria

  2. Sig. Giacomo BiggioCapitano di Fanteria Miliziana

  3. Sig. Giuseppe PitzoluSegretario della Comunità

  4. Battista BasciuSargente di Cavalleria ha lasciato sei figli e moglie

  5. Giovanni PilisiMiliziano di fanteria ha lasciato due figli e la moglie gravida

  6. Salvatore CanéScempio

  7. Antioco PilisiNubile miliziano di fanteria

  8. Giuseppe Pinnaha lasciato due figli e moglie

  9. Francesco Salidudi fanteria ha lasciato tre figli e la moglie gravida

  10. Antioco Accadi fanteria ha lasciato tre figli picoli e la moglie

  11. Antonio GiuseppeBasciu Nubile

  12. Francesco AntonioMurgia Nubile

  13. Salvatore PrunaMiliziano di fanteria

  14. Giovanni Spigadi fanteria ha lasciato sei figli e la moglie gravida

  15. Antioco Concasdi fanteria ha lasciato un figlio morto poco dopo l’invasione

  16. Antioca Caddeu

  17. Domenico Saliduha lasciato tre figli e la moglie gravida

  18. Francesco Olienaha lasciato cinque figli

  19. Salvatore Perdixidi Cavalleria ha lasciato due figli e moglie

  20. Vicenzo Perdixidi Cavalleria ha lasciato sei figli e moglie

  21. Antonio Atzeni

  22. Antioco LixiGuardia Reale

  23. Giuseppe Urigu di cavalleria

  24. Francesco Urigu nubile di fanteria

  25. Antioco Fadda di fanteria

  26. Francesco Antonio Cabras nubile di fanteria alleria

  27. Mastro Vicenzo Littera di fanteria tre figli picoli e moglie

  28. Nicolò Cappai nubile di fanteria

  29. Giuseppe Luigi Longu nubile

  30. Antonio Piria ferraro, uomo vecchio

  31. Antonio Piria figlio, di cavalleria, ha lasciato due figli e moglie

  32. Giovanni Antioco Portas

  33. Antioco Giuseppe Matzeu

  34. Impera Maxia ha lasciato sei figli e moglie

  35. Vicenzo Casula di fanteria, ha lasciato quattro figli e moglie

  36. Salvatore Scano nubile

  37. Giovanni Lacomara ferraro, nubile

  38. Domenico Luxi Sargente di cavalleria, ha lasciato sei figli e moglie

  39. Giovanni Antioco Cané falegname

  40. Salvatore Brai nubile, Barracello

  41. Giovanni Antioco Brai nubile

  42. Giovanni Melis muratore, ha lasciato tre figli e moglie

  43. Nicolò Brai di fanteria, ha lasciato sei figli e moglie

  44. Giuseppe Brai nubile

  45. Giovanni Brai nubile

  46. Antioco Camboni di fanteria, ha lasciato otto figli e moglie

  47. Antonio Rossu di cavalleria, ha lasciato quattro figli e moglie

  48. Francesco Pintus vedovo, sei figli

  49. Antioco Ignazio Toro di fanteria nubile

  50. Antonio Toro nubile di fanteria Barracello

  51. Giuseppe Antonio Lecis di fanteria, quattro figli e moglie

  52. Antioco Usai di cavalleria, ha lasciato cinque figli e moglie

  53. Giovanni Usai Consigliere

  54. Francesco Fanni di fanteria, ha lasciato tre figli e la moglie

  55. Raimondo Melis di fanteria, ha lasciato sei figli e la moglie

  56. Antonio Puddu di cavalleria, ha lasciato la moglie incinta

  57. Salvatore Fois di fanteria, ha lasciato un figlio e la moglie

  58. Giuseppe Antonio Porcu di fanteria, ha lasciato cinque figli e moglie

  59. Antioco Sulas di fanteria, nubile, figlio di Domenica Salidu

  60. Francesco Piredda di fanteria, ha lasciato un figlio e moglie

  61. Francesco Uras di cavalleria, nubile

  62. Antioco Pintus di cavalleria, nubile

  63. Antonio Pisano di cavalleria, ha lasciato due figli e moglie

  64. Giuseppe Ennas di cavalleria, ha lasciato una figlia e moglie

  65. Giovanni Antonio Ennas Caporale di fanteria, tre figli e moglie

  66. Giuseppe Serra nubile di fanteria

  67. Antonio Massa nubile di fanteria

  68. Giuseppe Longu nubile di fanteria

  69. Giuseppe Trullu Sargente di fanteria, due figli e la moglie gravida

  70. Giovanni Balloco Capitano di fanteria giubilato, quattro figli e moglie

  71. Antioco Zurru di cavalleria, ha lasciato la moglie gravida

  72. Salvatore Maria Zurru di cavalleria, nubile

  73. Antioco Spada di Musei, accordato in questa di Sant’Antioco

  74. Antonio Efisio Argiolas di fanteria, ha lasciato quattro figli e moglie

  75. Giuseppe Rossu di cavalleria, ha lasciato la moglie

  76. Antioco Castangia di cavalleria, ha lasciato due figli e moglie

  77. Giovanni Antonio Matteu

  78. Antonio Conti

  79. Sisinio Sanna

  80. Cosimo Pisano di cavalleria, ha lasciato due figli e moglie

  81. Francesco Baria di fanteria, cinque figli e la moglie gravida ed ammalata

  82. Antioco Giuseppe Piras di fanteria, nubile

  83. Antioco Pà di fanteria, ha lasciato cinque figli e moglie

  84. Giovanni Antioco Pinna di fanteria, nubile

  85. Salvatore Pascai di fanteria, nubile

  86. Antonio Conti di fanteria, nubile

  87. Antioco Concas di fanteria, un figlio che morì il giorno dell’invasione

  88. Francesco Antonio Porcu di cavalleria, ha lasciato cinque figli

  89. Francesco Antonio Porcu figlio del suddetto

  90. Giovanni Antioco Deana nubile

  91. Demetrio Todde di cavalleria, ha lasciato una figlia e moglie

  92. Luigi Sulas Caporale di fanteria, ha lasciato quattro figli e moglie

  93. Sisinio Cappai ha lasciato sei figli e la moglie

  94. Francesco Fanni , sei figli e la moglie gravida, poveri, Caporale di fanteria

  95. Francesco Porcu di fanteria, pescatore, ha lasciato sei figli

  96. Vicenzo Fanutza di fanteria, nubile

  97. Antonio Francesco Carboni di cavalleria, nubile

  98. Salvatore Sulas di cavalleria, nubile

  99. Antioco Giuseppe Noco di cavalleria, nubile

  100. Nicolò Sitzia di cavalleria, ha lasciato la moglie ammalata

  101. Antioco Mereu di cavalleria, nubile

  102. Antonio Angelo Lepori

  103. Giovanni Atzori di cavalleria, nubile

  104. Nicolò Atzeni di fanteria, nubile

  105. Antonio Fois di cavalleria, vedovo

  106. Francesco Conti di fanteria, ha lasciato tre figli e moglie

  107. Giuseppe Pinna di fanteria, ha lasciato due figli

  108. Antioco Sisinio Puliga di fanteria, ha lasciato tre figli e moglie

  109. Pasquale Murgia di Cagliari, muratore

  110. Giuseppe Zonchedda di Cagliari, muratore

  111. Francesco Mura di Cagliari, muratore

  112. Francesco Olargiu nubile

  113. Vicenzo Locidi cavalleria, nubile

  114. Giuseppe Puxeddu ha lasciato due figli e la moglie ammalata

  115. Pietro Carboniaccordato in questa

  116. Sisinio Arradi Villacidro accordato in questa di fanteria

  117. Barzolu Irvo accordato in questa

  118. Agata Deiddamoglie del caporale Deidda, assieme con quattro ragazi, due propri, e due che aveva in custodia

  1. Scolastica Mainasmoglie del Canoniere La Vineria Quartese

    Il 22 ottobre il comandante Giacomo Dalpino proveniente da Tunisi con un carico di grano informa il deputato di Sanità di Carloforte che: il giorno 19 corrente mese fu restituita la flotta tunisina in quella detta, composta di otto legni, e sbarcarono 155 schiavi e cinque donne sarde, ed otto romani, e detti corsari erano disarmando anzi che una corvetta dice esser già entrata in darsena, ed il rimanente della flottiglia aveva già cominciato metter la bateria in terra...

capitano nave inglese

Per fortuna il congresso di Vienna, conclusosi l'otto giugno 1815, aveva abolito la schiavitù!