Sei qui: Home Introduzione

Sant'Antioco - PaeseL'editto del 24 Settembre 1771 istituiva in ogni villa del Regno di Sardegna il Consiglio Comunitativo e attribuiva all'archivio un ruolo indispensabile per il suo funzionamento, stabilendo norme e modalità di tenuta e conservazione. Dell'istituzione comunitativa, che fu protagonista di un importantissimo periodo della vita amministrativa nella società sarda, gli archivi sono la fonte più preziosa per la ricostruzione degli avvenimenti storici che hanno portato dal feudalesimo alla nascita dei Comuni.

Spesso, come a Sant'Antioco, non si sono potuti individuare tali archivi come autonomi, essendo confluita la documentazione negli archivi più complessi e articolati che si sono sviluppati in Sardegna dopo l'applicazione della legge comunale e provinciale del 1848.

RegistroL'analisi dei fondi archivistici ha messo in evidenza una costante produzione documentaria a partire dal 1850 circa, con particolare riferimento agli organi deliberanti (Consiglio Comunale e Consiglio Delegato poi Giunta). Infatti la regolamentazione dell'ordinamento politico-amministrativo comunale, stabilita nel Regno di Sardegna dalle leggi del 1848 e poi del 1859, ha fatto sì che il passaggio allo Stato unitario non abbia comportato per la Sardegna modifiche giuridiche sostanziali, e i registri degli organi deliberanti ne sono appunto testimonianza.

L'Archivio storico del Comune di Sant'Antioco conserva inoltre diversi fondi archivistici che testimoniano la consuetudine propria di molti archivi comunali di costituire il deposito più naturale dei documenti di uffici ed enti estinti o trasferiti. L'esame della documentazione ha messo in luce come per moltissimo tempo l'archivio comunale è stato probabilmente l'unico luogo in cui si potevano depositare carte, manoscritti e registri prodotti da enti pubblici ed assistenziali i quali, spesso per la precarietà della sede, non avevano possibilità di conservarli presso di sé. Una cospicua ed omogenea documentazione prodotta da enti diversi dal Comune costituisce dunque l'insieme degli archivi aggregati, ai quali è possibile accedere direttamente.

 

pdf_small.gif INTRODUZIONE ALL'ARCHIVIO